Chiarezza sul coronavirs e il bluff della sanità privata

Sul coronavirus covid19 e l’attuale pandemia è stato detto tutto e il contrario di tutto. Sembra che il mondo si sia preventivamente diviso in due schieramenti: chi si era trovato di fronte a questo tipo di pericoli e aveva raccolto informazioni e quindi stato deriso e tacciato di essere un catastrofista e chi invece, sicuro di se, non avendo mai incontrato un pericolo del genere, in buona fede, era convinto che si trattasse di un falso allarme, uno dei tanti…
Oggi l’Italia è in stato di emergenza sanitaria, è vietato uscire di casa e il sistema sanitario è sotto pressione e portato al massimo delle sue possibilità, lo stesso sistema sanitario che la politica aveva deciso di ridurre drasticamente a favore di una fantomatica sanità privata. Abbiamo ascoltato migliaia di dibattiti sull’efficenza della sanità privata, come se l’interesse e il profitto altrui siano la chiave di volta per la cura dei cittadini, come se le emergenze fossero solo fantasie dei meno avvezzi al mondo del lavoro.

Oggi l’Italia è in stato di emergenza sanitaria, è vietato uscire di casa e il sistema sanitario è sotto pressione e portato al massimo delle sue possibilità, lo stesso sistema sanitario che la politica aveva deciso di ridurre drasticamente a favore di una fantomatica sanità privata. Abbiamo ascoltato migliaia di dibattiti sull’efficenza della sanità privata, come se l’interesse e il profitto altrui sia la chiave di volta per la cura dei cittadini, come se le emergenze fossero solo fantasie dei meno avvezzi al mondo del lavoro.
Oggi senza una terapia intensiva molte persone muoiono, senza quei macchinari che solamente un soggetto pubblico può acquistare in grande quantità, si muore di polmonite virale. Solo ora ci si rende conto che le malattie , quando sono così diffuse, non guardano il portafogli del paziente e non sono interessate al bilancio di un qualsiasi soggetto privato. Le malattie colpiscono tutti e sebbene l’imprenditore privato possa avere maggior attenzione alle apparenze, nella sostanza ci stiamo rendendo tutti conto che i posti letto e gli ospedali servono, tutti, sopratutto quelli locali … è una questione strategica, il virus che oggi ci sta tenendo chiusi in casa domani potrà essere un batterio o un altra forma di nemico che si potrà vincere e debellare solo con una diffusione capillare di operatori sanitari presenti nel territorio… ce lo insegnano le reti informatiche, è il concetto alla base della creazione dell’internet che ci permette di ascoltare anche questa voce fuori dal coro… i militari sapevano che bisognava costruire una rete che non avesse pochi grandi nodi, perché se ne distruggi uno o pochi distruggi la rete stessa… lo stesso vale per gli ospedali, se ne fai uno grande chiudendo i piccoli, basta un contagio in quell’ospedale e hai perso, perso vite, perso amici e perso la libertà… si perché lo si capisce solo troppo tardi che l’unica e vera libertà che abbiamo risiede nella nostra salute, il resto viene dopo sempre e solo dopo. Quando hai perso la vita e il futuro di tutti quei soldi che speri di aver risparmiato finiranno all’altro mondo… (Iggy Poppins 2020)


Iggy Poppins

Iggy Poppins è un appassionato in nuovi media e alla tecnologia, con esperienze nella comunicazione del settore web. È  indipendente e non appartiene a nessuna squadra politica.

Iggy Poppins

Iggy Poppins è un appassionato in nuovi media e alla tecnologia, con esperienze nella comunicazione del settore web. È  indipendente e non appartiene a nessuna squadra politica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sostieni Indygraf, quello che gli altri non raccontano!

Indygraf propone informazione indipendente libera da condizionamenti e gruppi di potere.
Raccontiamo quello che gli altri non raccontano.
Il nostro lavoro è del tutto volontario e associativo.
Ci siamo uniti al Registro Europeo dei Web Reporter WERP.EU, anch’esso senza scopo di lucro, e siamo in collegamento con altri comunicatori e reporter indipendenti.

DONA ORA
CON IBAN BONIFICO BANCARIO
oppure
PAYPAL





Dona adesso, dona spesso, non rimarrai “al buio” e te ne saremo grati.