Come farsi spiare dal 5G

Avete presente il Telepass? Il sistema Telepass autostradale è un sistema di internet delle cose primitivo. Nel Telepass l’auto dialoga con il sistema del casello.
Ecco, il progetto 5G servirà soprattutto a questo. Con il 5G miliardi di oggetti comunicheranno tra di loro. Forni a microonde, aspirapolveri, sveglie elettroniche, semafori. Tutto ciò che sarà collegato a una presa elettrica. Il 5G nasce per servire gli oggetti, l’industria, l’internet delle cose.
E nell’internet delle cose si parla di comunicazione da uomo a macchina o da macchina a macchina.
Un esempio? Con il 5G anche il frigorifero potrà autonomamente stabilire, senza consultare nessuno, che manca del cibo e ordinarlo connettendosi col supermercato e con la banca per il pagamento. Quando sarete a casa busseranno alla vostra porta e un fattorino vi porterà la spesa, che voi non avete ordinato.
Comodo eh?
Però, tutto questo ha un prezzo. Ogni oggetto diventerà un’antenna e trasmetterà all’azienda che fornisce il 5G i vostri dati. Tutti i vostri dati. Per quell’azienda non ci saranno più segreti.
Voi penserete che tanto i dati verranno poi distrutti dall’azienda in questione. Del resto, che se ne fa quella società delle informazioni su quante volte usate il frullatore e che cosa ci frullate?
La cosa è più complicata di così.
Le famose High Tech Company nate nei garage sono tipiche narrazioni letterarie. In realtà sono frutto di un’economia militare, di un’economia di guerra. L’apparato militare produce ricerca e sviluppo, che producono brevetti, che producono ricadute sul mondo civile.
Le grandi società di internet (Facebook, Amazon, Google e così via) seguono non solo il business ma anche strategie geopolitiche, seguendo le indicazioni della Casa Bianca e del Dipartimento di Stato Usa. I giganti del web fanno parte del sistema statunitense, che non è un sistema solo commerciale. Fanno parte del sistema militare statunitense.
Hanno tutte al loro interno una società veicolo del sistema Usa: InQTel. Sono tutte state finanziate dalla InQTel.
La InQTel è un’azienda di proprietà della CIA. Se non ci credete andate a controllare voi stessi sul loro sito.
Ma la InQTel non è l’unica società veicolo creata per questo scopo. Esistono altre società veicolo che hanno dietro il Pentagono, la National Security Agency e così via. Queste società contribuiscono al controllo di aree del mondo. Queste società terranno in pugno la vostra vita, la vostra anima, i vostri pensieri.
Perché pensate che Trump abbia impedito alla cinese Huawei di operare per il 5G in territorio statunitense?
Adesso vi faccio una domanda. Perché secondo voi ci dovrà essere una qualsiasi azienda controllata dalla Casa Bianca cui noi dovremmo permettere di operare nel nostro territorio, dentro il nostro cervello e il nostro futuro?


The Indygraf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sostieni Indygraf, quello che gli altri non raccontano!

Indygraf propone informazione indipendente libera da condizionamenti e gruppi di potere.
Raccontiamo quello che gli altri non raccontano.
Il nostro lavoro è del tutto volontario e associativo.
Ci siamo uniti al Registro Europeo dei Web Reporter WERP.EU, anch’esso senza scopo di lucro, e siamo in collegamento con altri comunicatori e reporter indipendenti.





Dona adesso, dona spesso, non rimarrai “al buio” e te ne saremo grati.