Come funziona la legge elettorale elezioni 4 marzo, incredibili paradossi.

Il 4 marzo 2018 L’Italia alle urne, con il termine improprio “Election Day” gli italiani voteranno con una legge elettorale costruita ad arte per essere incomprensibile e inefficace…

LA LEGGE ELETTORALE
– LA NUOVA LEGGE ELETTORALE È STATA APPROVATA CON UNA MANOVRA AI LIMITI DELL’ILLEGALITA’ E OLTRE IL SENSO DEL PUDORE
– MA NON È QUESTO IL PUNTO
– LA VERITA’ È CHE QUESTA LEGGE È UN PATERACCHIO DI COSE INCONCILIABILI TRA LORO. UNA SOMMATORIA DI ELEMENTI GROTTESCHI, CHE MIRANO A INGENERARE CONFUSIONE NELL’ELETTORE
– PRINCIPIO INELUDIBILE DI UNA LEGGE ELETTORALE DEVE ESSERE UN SISTEMA DI VOTAZIONE CHIARO E SEMPLICE
– IL CITTADINO DEVE SAPERE CHE COSA HA VOTATO
– SOLO GARANTENDO CIO’ SI PUO’ PASSARE ALLE IMPORTANTI QUESTIONI DELLA GOVERNABILITA’ E DELLA RAPPRESENTATIVITA’
– ALLA CAMERA CI SONO 238 COLLEGI ELETTORALI. CIASCUNO CON LA PROPRIA SCHEDA, FORMATA DA PIU’ RIQUADRI, AL CUI INTERNO C’È IL NOME DI UNO DEI CANDIDATI AL COLLEGIO UNINOMINALE E UNA O INFINITE LISTE CHE FANNO PARTE DI CIASCUN RAGGRUPPAMENTO. ANCHE LISTE CHE NON HANNO NULLA A CHE SPARTIRE L’UNA CON L’ALTRA, CON PROGRAMMI E OBIETTIVI DIVERSI. – ALL’INTERNO DI CIASCUNA LISTA I NOMI DI 4 CANDIDATI NOMINATI. IL PRIMO CHE HA QUALCHE SPERANZA DI ESSERE ELETTO, FINO AL QUARTO CHE QUASI CERTAMENTE FA DA COMPARSA. POTREBBE ANCHE ESSERE IL GATTO DI MIA NONNA
– COME PRIMA COSA, BISOGNA CHE RISULTI EVIDENTE LA VOLONTA’ DI CHI HA ESPRESSO IL PROPRIO VOTO E FACILE PER IL CITTADINO ESPRIMERLA, QUESTA VOLONTA’
– FINO AD OGGI ERA POSSIBILE VOTARE IL PROPRIO PARTITO PREFERITO E POI, SEPARATAMENTE, SCEGLIERE IL CANDIDATO PREFERITO.
– CHE POTREBBE ANCHE APPARTENERE A UN PARTITO DIVERSO.
– NON È DETTO CHE IL CANDIDATO PARACADUTATO NEL MIO COLLEGIO UNINOMINALE MI PIACCIA. ANCHE SE APPARTIENE AL MIO SCHIERAMENTO PREFERITO
– QUESTA LEGGE MI OBBLIGA A PRENDERE TUTTO IL PACCHETTO, SENZA LASCIARMI LIBERTA’ DI SCELTA. PERCHE’ C’È UN UNICO SPAZIO IN UN’UNICA SCHEDA ALL’INTERNO DEL QUALE ESPRIMERE IL MIO VOTO
– MA ANDIAMO AGLI ASPETTI ASSURDI E SURREALI DEL ROSATELLUM
TRE SU TUTTI
(1) SE SI METTE LA X SOLO SUL CANDIDATO ALL’UNINOMINALE SI VOTA AUTOMATICAMENTE TUTTI I PARTITI CHE SI TROVANO ALL’INTERNO DELLO STESSO SCHIERAMENTO. TUTTI.
– OVVIAMENTE IL VOTO NON SI MOLTIPLICA. SEMPRE UNO È
– QUINDI? IL MIO VOTO SI SUDDIVIDE TRA I PARTITI IN PROPORZIONE ALLA PERCENTUALE CHE CIASCUN PARTITO PRENDERA’ IN QUEL COLLEGIO, SOMMANDO TUTTE LE SCHEDE BARRATE CON LA X SUL SIMBOLO DI CIASCUN PARTITO
– IN ALTRE PAROLE, IL PARTITO A PRENDERA’ 0,42 VOTI, IL PARTITO B 0,19, QUELLO C 0,16, FINO AD ARRIVARE A UN VOTO TOTALE
– DA OGGI L’ITALIA SARA’ IL PRIMO PAESE AL MONDO E DELLA STORIA AD AVERE RISULTATI ELETTORALI CON LA VIRGOLA
– PER EVITARE ASSURDITA’ COME QUESTA DI SOLITO SI APPLICA UN SISTEMA CHE SI CHIAMA VOTO DISGIUNTO
(2) LA SECONDA ASSURDITA’ È UN PARADOSSO, CHE COME TUTTI I PARADOSSI NON DOVREBBE ACCADERE, MA SE ACCADESSE…
– METTIAMO CHE NEL COLLEGIO IN CUI SI PRESENTA RENZI TUTTI GLI ELETTORI DEL PD METTONO UNA CROCE SOLO SU RENZI, CONVINTI CHE AUTOMATICAMENTE VOTERANNO ANCHE PER IL PD
– IN QUEL COLLEGIO IL PD AVRA’ ZERO VOTI
– E NELLO STESSO COLLEGIO GLI ELETTORI DEL PARTITO DEGLI SCACCOLATORI FOLLI (CON IL ROSATELLUM SI SPINGONO I RAGGRUPPAMENTI A TIRARE DENTRO QUALSIASI LISTA) METTANO TUTTI E 7 LA X SUL SIMBOLO DEL LORO PARTITO.
– E SEMPRE NELLO STESSO COLLEGIO TUTTI GLI ELETTORI DEGLI ALTRI SCHIERAMENTI DECIDANO DI METTERE LA X SOLO SUL NOME DEL LORO CANDIDATO ALL’UNINOMINALE
– SE ACCADESSE UNA COSA DEL GENERE IL PARTITO DEGLI SCACCOLATORI FOLLI OTTERREBBE IN QUEL COLLEGIO IL 100% DEI VOTI E DEI SEGGI DELLA PARTE PROPORZIONALE. TUTTI GLI ALTRI PARTITI ZERO
– OVVIAMENTE SI TRATTA DI UN PARADOSSO
– MA QUESTA LEGGE PERMETTE CHE CIO’ POSSA ACCADERE
(3) LA TERZA ASSURDITA’ È CHE UN TIZIO CHE SI È CANDIDATO, PER ESEMPIO, NEL COLLEGIO UNINOMINALE DI TRENTO, DOVE RISIEDE, POTRA’ CANDIDARSI ANCHE CONTEMPORANEAMENTE A PALERMO, LECCE, LIVORNO, CUNEO E UDINE. TUTTI POSTI IN CUI POSSONO NON CONOSCERLO AFFATTO E IN CUI IL SUO NOME SI TROVERA’ NELLA LISTA BLOCCATA DEL PROPORZIONALE, SENZA DARE LA POSSIBILITA’ AD ALCUNO DI POTERLO SCEGLIERE
– PER EVITARE UNA TALE ASSURDITA’ DI SOLITO SI VIETANO LE CANDIDATURE MULTIPLE
– INFINE, LA GOVERNABILITA’ O LA RAPPRESENTAVITA’, COS’È PIU’ IMPORTANTE?
– OGNI SISTEMA ELETTORALE HA I SUOI PRO E I SUOI CONTRO
– ALCUNI GARANTISCONO LA GOVERNABILITA’ MA NON LA RAPPRESENTATIVITA’
– ALTRI LA RAPPRESENTATIVITA’ E NON LA GOVERNABILITA’
– IL ROSATELLUM RIESCE INCREDIBILMENTE A NON GARANTIRE NESSUNA DELLE DUE
– RIASSUMENDO: QUESTA LEGGE ELETTORALE NON PERMETTE AGLI ELETTORI DI SCEGLIERSI I PROPRI RAPPRESENTANTI, NON FAVORISCE LA GOVERNABILITA’, NON CONSEGNERA’ UN PARLAMENTO FOTOGRAFIA DEL VOTO DEI CITTADINI, FAVORISCE RAGGRUPPAMENTI TRA PARTITI NON AFFINI TRA LORO E LA PRESENZA DI LISTE DI OGNI TIPO E STRANEZZA, FORZA MOLTI ELETTORI A DARE IL VOTO A PARTITI CHE NON VOGLIONO VOTARE E, SOPRATTUTTO, NON GARANTISCE IL DIRITTO A CIASCUN ELETTORE DI VOTARE CHI VUOLE
… PEGGIO DI COSI’…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.