THE INDYGRAF TEAM

Il Blog di Franco Fracassi


Franco FracassiFranco Fracassi

Giornalista, regista, scrittore, fotografo e insegnante. Fracassi ha cominciato a svolgere la professione di giornalista nel 1988, lavorando per testate italiane e internazionali: quotidiani, settimanali (come “Avvenimenti”), mensili, agenzie di stampa (come l’Associated Press), radio e tv. Per sedici anni è stato inviato di guerra e ha coperto i principali eventi in giro per il mondo, oltre a svolgere inchieste su corruzione, mafia, terrorismo e servizi segreti. Come regista ha diretto dieci documentari d’inchiesta (di cui è stato autore), tutti distribuiti in Italia e all’estero: “C’era una volta Bam”, “Gli uomini che cambiarono il mondo”, “Zero-Inchiesta sull’11 settembre”, “Le dame e il Cavaliere”, “Blue Ghosts”, “One-Inchiesta su Al Qaida”, “Afghanistan”, “The Summit”, “Sequestro Moro-Sentenza di morte”, “La fabbrica delle rivoluzioni”. Come scrittore ha pubblicato dieci libri: “Ilaria Alpi-Morte di una giornalista”, “Il Quarto Reich”, “La via della seta”, “Sudafrica in bianco e nero”, “Russiagate”, “La bomba di Allah”, “G8-Gate”, “Piano Bojinka-Come fu organizzato l’11 settembre”, “Black Bloc”, “L’internazionale nera”. Come fotografo ha pubblicato sulle maggiori testate internazionali (come l’International Herald Tribune e il Washington Post), ha realizzato un libro fotografico sul patrimonio archeologico iracheno e ha partecipato per tre volte al World Press Photo. Infine, Fracassi insegna dal 2002 giornalismo, giornalismo investigativo, fotografia, documentaristica, geopolitica e scrittura di favole.


I Collaboratori

Il progetto Indygraf nasce da nn gruppo di giornalisti e specialisti di media che credono nella necessità di un nuovo modo di fare informazione, che punta al massimo coinvolgimento dei lettori. The IndyGraf è un progetto unico nel suo genere per forma e contenuti. La nostra idea d’informazione mira all’essenza dei fatti: raccontiamo la realtà come la vediamo. E gli unici suggerimenti che accettiamo sono quelli dei nostri lettori.


Iggy Poppins

Media & Internet Master, con forte esperienza nell’ambito della comunicazione si occupa di tutti gli aspetti editorali e tecnologici.


Paola PentimellaPaola Pentimella Testa

Giornalista professionista. Laureata in economia, giornalista professionista, ha lavorato in diverse redazioni, Avvenimenti-Ultime notizie, Left e Dnews, occupandosi di inchieste e reportage, di mafie e di cronaca giudiziaria e per 5 anni di mondo. Ha lavorato anche all’estero, ad Avvenimenti d’Albania nella redazione di Tirana. Ha partecipato alla realizzazione di pamphlet sulla politica e a libri di storia e di inchieste. Prima di diventare giornalista, ha lavorato alla Camera dei deputati.


Edoardo BettellaEdoardo Bettella

Giornalista. Laureato in Comunicazione nel 2013 presso l’Università degli studi di Padova con una tesi sulla libertà di stampa. Secondo classificato al concorso “Anchorman generation 2014” e vincitore di una borsa di studio per il master in giornalismo e giornalismo radio-televisivo presso Eidos Communications a Roma. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche online e si è occupato di cronaca locale romana, banche, politica interna, P2, massoneria, inquinamento ed estrazioni petrolifere in Basilicata, Expo Milano 2015.


Lidia Mancini

Lidia Mancini

Giornalista professionista e pubblicista. Laureata con lode in Lettere moderne presso l’Università Roma Tre di Roma nel 2004. Master in Peace Building Management nel 2005, Master in Europrogettazione e Relazioni Pubbliche Europee nel 2006, Master in Giornalismo radiotelevisivo nel 2011. Ha lavorato dal 2012 al 2014 come vicedirettrice del Tgweb e inviata politica per la piattaforma giornalistica Streamit con attività di realizzazione servizi video, conduzione in diretta del telegiornale, rassegna stampa giornaliera in diretta video, montaggio servizi, creazione palinsesto di rete, ideazione e realizzazione di format. Ha lavorato come redattrice a SkyTg24 nel 2011 e 2012 con attività di redazione articoli, ricerca ospiti per il programma politico di prima serata “Rapporto Carelli”, contributo autoriale, realizzazione di dossier di approfondimento e d’inchiesta. Nel 2010 ha lavorato come redattrice per l’emittente nazionale Class CNBC con attività di stesura articoli, realizzazione di interviste, montaggio servizi video, realizzazione di telegiornali in diretta.


Philip Willan

Philip Willan

Giornalista inglese. Lavora a Roma da più di 30 anni. Collabora come freelance per vari giornali, fra i quali The Times, il Sunday Herald e l’agenzia americana specializzata in informatica IDG News Service. E l’autore de “I Burattinai: Stragi e Complotti in Italia” pubblicato in Italia da Pironti nel 1993 e in Gran Bretagna da Constable. Il giornale inglese The Independent descrisse il libro come “probabilmente l’opera definitiva sul terrorismo in Italia.” Il suo secondo libro, “L’Italia dei Poteri Occulti”, è stato pubblicato da Newton Compton nel 2010. Ha anche collaborato con le inchieste di altri autori, fra i quali “In Nome di Dio” di David Yallop, sul presunto assassinio di Papa Luciani, e “La Grande Truffa”, di Charles Raw, sullo scandalo del Banco Ambrosiano. Ha collaborato alla preparazione di un documentario televisivo basato sul libro di Yallop per la televisione commerciale inglese. Willan ha cominciato il suo lavoro di giornalista nel 1980, lavorando come redattore al International Daily News, un giornale di lingua inglese con sede a Roma. Dopo due anni ha iniziato il suo lavoro di corrispondente freelance, collaborando con il mensile di cinema The Business of Film. Nel corso degli anni ha scritto per il Daily Telegraph, The Guardian, The Times, USA Today, e ha collaborato con l’agenzia di notizie americana United Press International. Ha anche contribuito alle pagine economiche del settimanale The European. Willan ha collaborato occasionalmente con i media italiani, rilasciando interviste per radio e TV, partecipando a discussioni in studio alla RAI e La Sette e contribuendo articoli a riviste come Internazionale e Il Diario. Nel corso di un anno passato a Londra ha collaborato a una ricerca commissionata dal Greater London Council sulle eventuali conseguenze di un attacco nucleare sulla città. I risultati della ricerca, cui hanno partecipato eminenti scienziati inglesi ed internazionali, sono stati pubblicati nel libro “London Under Attack.”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.