Ucraina, volontari nazi dal Brasile combattono con truppe Kiev

I seguaci di Hitler arrivano dallo Stato brasiliano di Rio Grande do Sul. Combattono da gennaio al fianco del battaglione Azov contro gli oppositori del Donbass.

di Franco Fracassi

Decine di volontari nazisti sono partiti a gennaio dal Brasile per andare a combattere in Ucraina al fianco del battaglione Azov, che raccoglie neonazisti da tutto il mondo, contro le truppe dell’opposizione del Donbass. Secondo il quotidiano “Times of Israel”, Questi volontari provengono dallo Stato di Rio Grande do Sul, e principalmente dalla capitale Porto Alegre.

«In Brasile c’è una forta presenza di gruppi neonazisti, spesso segreti, eredi delle centinaia di migliaia di fascisti e nazisti fuggiti dall’Europa al termine della seconda guerra mondiale», ha scritto il “Financial Times”. Secondo uno studio dell’università di Campinas, i militanti di estrema destra sarebbero oltre centomila.

In un rapporto scritto dalla polizia di Porto Alegre si legge: «In città il più importante raggruppamento neonazista si chiama Divisione Misantropa. Quasi un centinaio di loro sono partiti per l’Ucraina dopo un periodo di addestramento pagato, proprio qui, vicino Porto Alegre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.